OBJECT RELATIONS TECHNIQUE. Utilizzo con adulti e adolescenti. Utilizzo nella pratica clinica e peritale

152,30210,00

Obiettivo del presente corso consiste nel fornire ai partecipanti le conoscenze e le competenze necessarie per somministrare, codificare e interpretare il test Object Relations Technique (ORT), al fine di poter effettuare una valutazione del funzionamento del paziente sulla base di tale test.

Descrizione

Obiettivo del presente corso, FAD sincrono, ossia in diretta web, organizzato dal Centro Test e Psicodiagnosi di Studio Associato RiPsi (Provider provvisorio accreditamento n° 6162), consiste nel fornire ai partecipanti le conoscenze e le competenze necessarie per somministrare, codificare e interpretare il test Object Relations Technique (ORT), al fine di poter effettuare una valutazione del funzionamento del paziente sulla base di tale test.
L’Object Relations Technique (ORT) è un test proiettivo tematico che riveste un ruolo fondamentale nella indagine psicodiagnostica e nella pianificazione di un trattamento psicoterapico. L’ORT nasce nel contesto clinico, diagnostico e psicoterapeutico della Tavistock Clinic di Londra basandosi sulla teoria delle relazioni oggettuali e sposando la prospettiva psicodinamica/interpretativa. Negli ultimi anni, è stato proposto un approccio all’ORT
maggiormente empirico, con una griglia quantitativa per la codifica e l’interpretazione dello strumento, comprensiva di linee guida standard e dati normativi italiani di riferimento, che hanno permesso una sua maggior diffusione sia nella pratica clinica che peritale.

Così come anche indicato nell’ultima versione del PDM, l’assessment delle relazioni oggettuali è un elemento di rilievo per comprendere il livello dell’organizzazione di personalità dell’individuo. Nello specifico, l’ORT permette di indagare in maniera approfondita l’esame di realtà, l’immagine di sé e dell’altro, la complessità e ricchezza psicologica del paziente e la sua capacità di espressione emotiva-affettiva. L’utilizzo dell’ORT permette di acquisire informazioni importanti dal punto di vista della diagnosi funzionale del paziente.

Obiettivo formativo:

18 – Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

Calendario

Il corso sarà svolto nel week-end del 9 e 10 novembre 2024, due giornate da 7 ore ciascuna, dalle 9,00 alle 17,00 (pausa pranzo dalle 12,30 alle 13,30).
Il corso è un FAD sincrono, ossia viene svolto online, in diretta web.

Programma didattico

• Nascita e sviluppo del test
• Introduzione all’uso dello strumento
• Inquadramento storico ed attuale utilizzo
• Significato e finalità del test: le ricerche più attuali
• Presentazione e disamina critica delle tavole
• Somministrazione
• Codifica: aspetti formali, di contenuto e psicodinamici
• Interpretazione: come analizzare e organizzare gli elementi emersi
• Stesura della relazione
• Discussione di casi clinici
• Esercitazioni

Il corso è articolato due sessioni online, per un totale di 14 ore; si alterneranno momenti di spiegazione teorica, indispensabili per spiegare l’utilizzo dello strumento, le modalità di correzione e interpretazione, a momenti di esercitazione pratica dove i corsisti, sotto la supervisione del docente, potranno esercitarsi su casi clinici esemplificativi. Il corso pertanto avrà carattere pragmatico, teso a fornire una strumentazione concreta a chi intende utilizzare nella propria pratica clinica e peritale il test Object Relations Technique. Ai partecipanti saranno fornite slide/dispense con la sintesi degli argomenti trattati durante le lezioni.

Docenti

Elisa Delvecchio, Psicologa, Psicoterapeuta e Professore Associato in Psicologia Dinamica presso l’Università degli Studi di Perugia. Svolge attività clinica presso il Servizio Psicologico dell’Università. Svolge attività di consulenza e docenza per istituzioni pubbliche e private. Coordina il “Psychology and Cultures Lab” afferente al Centro di Ricerca Internazionale Uomo, Culture, Relazioni. È autrice/coautrice di articoli e libri a tiratura nazionale e internazionale.

Giulia Cenci, Phd, Psicologa, Psicoterapeuta e Professore a contratto in Psicologia dello Sviluppo presso l’Università degli Studi di Perugia. Lavora come psicoterapeuta per adulti e adolescenti privatamente. Svolge da diversi anni attività clinica e di formazione nell’ambito dei disturbi alimentari occupandosi di progettualità, valutazione e trattamento in una prospettiva di integrazione. Collabora (e ha collaborato) con enti pubblici e privati tra cui l’Università di Perugia, l’Azienda USL Umbria 1, il CONI Umbria, l’Istituto Gaetano Benedetti, l’Istituto Ludovico da Casoria di Assisi, l’Associazione Il Pellicano Onlus.

Certificazioni

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione. È in corso l’accreditamento ECM (circa 21 crediti).

Destinatari

Sono ammessi al corso: Psicologi, Psicoterapeuti, Psichiatri, Neuropsichiatri Infantili, studenti e laureati/laureandi in Psicologia (triennio e specialistica).
Numero massimo di iscritti: 50 persone. Le iscrizioni termineranno al raggiungimento del numero massimo di partecipanti.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Ti serve il nostro aiuto o hai bisogno di maggiori informazioni?